CHI SONO

VANDA DAMINATO – VISUAL ARTIST

Nei suoi lavori si raccontano storie intrise di sentimenti positivi, amori avvolti in un alone di purezza, slanci sulle ali della libertà, ricordi d’infanzia, privi di ombre, e lievi nella capacità di riflettere e recuperare la spontaneità e l’immaginazione di un bambino, raffigurandola con la consapevolezza e la razionalità di un adulto, ma senza intaccarne la magia.

Paolo Levi

Vanda Daminato nasce il 24 maggio 1951 a Mezzolombardo – Trento – Italia, lavora e vive a Milano.
Suo padre era ufficiale, e per questa sua carica ha fatto sì che la sua famiglia si trasferisse continuamente, quindi lei è stata esposta a esperienze stimolanti durante la sua infanzia.
La famiglia ha vissuto più a lungo a Brescia e a Bolzano, questi luoghi hanno influenzato la sensibilità dell’artista, sia per gli studi, per le amicizie e le conoscenze.
Inizia a dipingere sotto la guida attenta e amorevole della madre, negli anni settanta comincia la sua carriera di artista professionista creando pezzi di grande rilievo, qualità e originalità.
Dopo aver conseguito anche il diploma di geometra, si laurea in legge presso l’Università di Ferrara.
Ama l’archeologia ed è interessata alla storia dell’arte, soprattutto dell’Egitto, Magna Grecia e Roma antica.

Nel 1987 le è stata conferita la laurea da” Magistero della Foerderung von Kunst und Kultur”, Vaduz. Diventa anche membro dell’Associazione Incisori d’Italia, che è stata fondata nel 1954 da un gruppo di pittori e incisori, tra cui De Chirico, Marini e Campigli.
Dal 1979 al 1982 l’artista ha vissuto a Bonn dove la Casa Editrice Marktpreisverlag  gli ha affidato l’illustrazione di libri per collezionisti.
Con lo stilista Trussardi, ha fatto parte del team che ha progettato e scelto i colori per la verniciatura dell’elicottero Augusta 109A, destinato al mercato USA.
Come designer, ha creato diversi poster quale”La macchina e la mente” per il Comitato  sui Valori Umani, il cui presidente era Antonio Craxi.
Realizza anche il manifesto per il ”29° Premio Bancarella Sport” a Pontremoli.
Nel 1991 crea l’immagine del Gruppo Sirti – Pirelli – Maristel per “Telecom ‘91” 6e Exposition Mondiale des télécomunications a Ginevra.
Dal 1991 per diversi anni realizza manifesti ed opuscoli per La Centrale Fondi Spa – Gruppo Ambroveneto.
L’artista lavora alternando toni pastello ad altri più intensi, creando così contrasti cromatici che amplificano l’emotività della visione.
Amante della natura e degli animali, ha un’attrazione particolare per i cavalli, simboli di eleganza, che sono spesso ricorrenti nelle sue opere.

Creatrice di immagini – pubblicità di società italiane e estere

Telecom ’91, 6e Exposition mondiale des Télécomunications, Geneva 1991;
Bank Ambroveneto-La Centrale Fondi SPA.
Gruppo Sirti-Pirelli-Maristel SPA

Alcuni dei suoi collezionisti:

Feltrinelli Giangiacomo Editore SPA;
Goglio Luigi Milano SPA;
Sarplast SPA;
Meritalia SPA.